abbinamenti per carni e formaggi

Gocce di Moscato

Abbinamenti

per Carni & Formaggi

Gocce di Dolcetto

Gocce di " Aceto "

Il Piemonte è una terra particolarmente fertile che ci “regala” oltre a frutta e verdura di altissima qualità anche dell’eccezionale uva da cui si ricavano vini di particolare pregio a livello mondiale.

La nostra Azienda produttrice ha sede in Alba, capitale delle Langhe ed alle porte del Roero.

Il vino Dolcetto è tradizionalmente il “vino da pasto” del Piemonte. Ha generalmente un colore rosso rubino, un sapore asciutto, gradevolmente amarognolo, di moderata acidita’, di buon corpo, armonico.

Il Dolcetto fu il vino del Presidente Einaudi, nativo di queste terre, che da convinto estimatore nonché produttore lui stesso, fu tra i primi a gettare le premesse per una concreta valorizzazione e affermazione di questo vino.

La coltivazione di questo vitigno in zona risale al lontano 1500, come si evince da citazioni negli ordinati comunali.

La sua versatilità ci ha convinto a trasformare il pregiato vino Dolcetto, in una deliziosa gelatina.

E’ particolarmente adatta ad essere abbinata ai formaggi semi stagionati, e stagionati e si abbina bene sia a formaggi vaccini della zona quali Castelmagno e Raschera che a formaggi d’abbazzia tipo Mont saint Marie e a formaggi caprini.

Oltre a questo delisioso abbinamento è adatta ad accompagnare gelati, yogurt o macedonie di frutta.Il suo particolare sapore “vinoso” è anche eccezionale se abbinato ad una crema alla vaniglia o ad altri dessert.Un abbinamento particolarmente delicato e raffinato è quello con il foie gras.

Abbiamo pensato di trasformare anche questo eccezionale prodotto Italiano per renderlo più piacevole al palato e per poterlo degustare in maniera diversa e più innovativa.Il risultato è eccezionale!

Una gelatina che ad un primo assaggio ci sembra quasi dolce e che poi sciogliendosi lentamente in bocca sprigiona l’aroma tipico del migliore aceto Balsamico invecchiato, il classico agrodolce.

E’ una sensazione indescrivibile! … bisogna assaggiarla!

E’ particolarmente adatta ad essere abbinata ai formaggi stagionati e per territorialità si abbina sicuramente bene con il Parmigiano Reggiano,Esalta anche il sapore di formaggi molto freschi tipo la ricotta grazie al suo sapore delicato.Oltre a questo delisioso abbinamento è adatta ad accompagnare gelati, yogurt o macedonie di frutta.

Un abbinamento più fantasioso può essere accanto ad un dolce delicato e addirittura si può utilizzare per condire un fumante piatto di pasta.E’ un prodotto estremamente versatile e si presta a sublimare ed esaltare le ricette più particolari.

Composta di Fichi

Confettura extra di Albicicca

La confettura extra di Albicocche si abbina egregiamente anche ai formaggi. Il formato da 110 g. nasce proprio per questo, per potervi permettere di assaporare diversi abbinamenti con i più diversi e saporiti formaggi.Nei nostri frutteti di Alba raccogliamo al punto giusto di maturazione le albicocche che vengono lavorate dopo poche ore, e cotte con la sola aggiunta di zucchero di canna per ottenere una confettura completamente naturale nel rispetto della tradizione piemontese.Il metodo di lavorazione a “cielo aperto” è il classico metodo utilizzato sin dai tempi più antichi per la conservazione della frutta. La frutta infatti dopo essere stata attentamente pulita e lavata viene semplicemente cotta in pentola con la sola aggiunta dello zucchero di canna.Otteniamo così un prodotto che esalta il sapore del frutto utilizzato e con le caratteristiche artigianali che solo le nostre mamme possono eguagliare.Tutto questo è provato dalla quantità di frutta utilizzata; per la produzione di 100 grammi di confettura vengono utilizzati 130 grammi di succose albicocche fresche.E’ ottimo l’abbinamento sul pane appena tostato, “imbiancato” con burro di alpeggio.Otteniamo una ricca e salutare colazione o merenda raffinata!

I migliori fichi, raccolti nei frutteti al punto giusto di maturazione e lavorati dopo poche ore, vengono cotti con la sola aggiunta di zucchero di canna.

Il metodo di lavorazione a “cielo aperto” è il classico metodo utilizzato sin dai tempi più antichi per la conservazione della frutta.

La frutta infatti dopo essere stata attentamente pulita e lavata viene semplicemente cotta in pentola con la sola aggiunta dello zucchero di canna.

Otteniamo così un prodotto che esalta il sapore del frutto utilizzato e con le caratteristiche artigianali che solo le nostre mamme possono eguagliare.

Per la produzione di 100 grammi di confettura vengono utilizzati 155 grammi di succose fichi freschi. E’ un prodotto ottimo l’abbinamento sul pane appena tostato, “imbiancato” con burro di alpeggio. Otteniamo una ricca e salutare colazione o merenda raffinata!

Si abbina in modo egregio ai formaggi!

E’ consigliato l’abbinamento con formaggi Erborinati (detti anche formaggi blu) e con pecorini stagionati e piccanti.

Salsa di Mirtillo

Cognà all'Albese

Con i milgiori e succosi Mirtilli produciamo questa particolare salsa ottima da abbinare alle carni.

 

Il metodo di lavorazione è completamente artigianale e naturalesenza l’aggiunta di alcun addensante, colorante o altro.

 

Otteniamo così un prodotto che esalta il sapore del frutto utilizzato e con le caratteristiche artigianali che solo le nostre mamme possono eguagliare.

 

L’abbinamento del Mirtillo con la senape e l’aceto Balsamico, rende questa una salsa dal sapore particolare e delicato.

 

E’ ottima la degustazione con arrosti, con la selvaggina o con le carni bollite.

La Cögnà all’albese può essere impropriamente definita una mostarda d’uva piemontese, è un’antica ricetta tipica di Alba e delle Langhe preparata dalle massaie del tempo per superare le particolari condizioni di necessità della stagione invernale.

Gli ingredienti venivano infatti reperiti tradizionalmente dopo la raccolta della frutta. Quindi gli ultimi grappoli di uva, le mele rimaste da raccogliere sugli alberi, così come le pere e le mele cotogne venivano fatte cuocere con le noci e le nocciole altra frutta tipica di Alba e delle Langhe.

Questa salsa veniva preparata per essere degustata nella stagione invernale con la polenta, altro piatto tipico della tradizione piemontese.

Può essere degustata oltre che sul pane per una sostanziosa merenda, anche sui bolliti.Sui formaggi viene esaltato il sapore ed è sicuramente uno dei migliori abbinamenti alla stessa.E’ particolare la degustazione della Cognà con formaggi stagionati.Abbinamenti più fantasiosi ma di sicuro effetto sono con un gelato alla vaniglia o su una fresca granita.

Questa terra è particolarmente fertile che ci “regala” oltre a frutta e verdura di altissima qualità anche dell’eccezionale uva da cui si ricavano vini di particolare pregio a livello mondiale.

Il vitigno si può definire internazionale essendo coltivato in tutta l’area del mediterraneo seppur con diverse varietà culturali..

Il vino è caratterizzato da un colore paglierino giallo più o meno intenso, odore caratteristico e fragrante di Moscato e sapore dolce, aromatico, caratteristico, talvolta vivace.

Proprio per questo abbiamo pensato di trasformare il pregiato vino Moscato, dal sapore particolarmente dolce e fruttato in questa deliziosa gelatina.

E’ particolarmente adatta ad essere abbinata ai formaggi stagionati in foglia di noce, di vite o di alloro e sui pecorini in generale.

Esalta anche il sapore di formaggi molto freschi tipo la ricotta grazie al suo sapore delicato.

Oltre a questo delisioso abbinamento è adatta ad accompagnare gelati, yogurt o macedonie di frutta.

Un abbinamento più fantasioso può essere anche su una fresca granita alla menta.

Si presta a sublimare ed esaltare le ricette più particolari. In generale l”abbinamento con i sapori freschi è elegantissimo.

La Tradizione Italiana di Sempre